Serena Carpi

Il benessere a tavola? Il giusto bilanciamento tra gusto e salute.

Il benessere a tavola per Serena: vita sana senza rinunciare al gusto

"Mi piacerebbe riuscire a portare avanti una "slow life", seguire i ritmi della natura, da tutti i punti di vista: rispettare la stagionalità della terra e dei suoi prodotti, vivere il più possibile all'aria aperta".

Ricerca delle materie prime di qualità. Amore per la tradizione. Scelte consapevoli. Qualità dei prodotti. Vita all'aria aperta. Così Serena, 31 anni, addetta Ufficio Ordini di Parmacotto Group, ci spiega cosa significa benessere a 360°.

Stare bene a 360°, stare bene con me stessa per stare bene con gli altri: questo per me è il vero benessere. Sono cose che vanno di pari passo. Non solo benessere fisico, ma anche psicologico, come la prevenzione, lo stile di vita sano. Essere in equilibrio mentalmente, vista anche la nuova normalità a cui dobbiamo abituarci, in questi anni di pandemia, davvero difficili.

Serena Carpi Parmacotto Group

Benessere a tavola secondo Serena

Sono amante del buon cibo, della tavola, dello stare a tavola: momento per me di convivialità immancabile, da condividere con amici, persone care e famiglia. Sono molto legata alla tradizione culinaria locale e grande sostenitrice di quello che Parma offre a livello di eccellenze, dagli anolini in brodo alla gamma dei prodotti della tradizione del territorio, profumi e sapori, quelli dei salumi, che mi riportano alla mia infanzia: mio nonno era un contadino e ammazzava il maiale con l'aiuto del norcino.

L'importanza di uno stile di vita sano e attivo

Nella quotidianità, anche con mio figlio, ho scelto una dieta alimentare equilibrata, molto varia e con grande attenzione alla provenienza di tutti gli alimenti. Mi piace andare nei mercati agricoli, io stessa sono attenta a rispettare la stagionalità e la natura, visto che i miei genitori hanno un'azienda agricola e per questo, da sempre, sono stata abituata a dare la priorità a quello che la terra offre. Ogni mese ha i suoi prodotti. La ricerca delle piccole realtà a km 0 è alla base della nostra dieta, sapere come si coltiva, chi coltiva. Importante è l'acquisto consapevole: informazione e provenienza. La ricerca delle materie prime di qualità è alla base della nostra quotidianità e delle nostre abitudini: è giusto bilanciare.

Per quanto riguarda il benessere fisico, alla palestra preferisco una bella camminata all'aria aperta almeno 2/3 volte alla settimana, mi piace fare trekking sia al mare che in montagna.

Si potrebbe fare sempre di più ma si cerca di bilanciare il tempo e gli impegni quotidiani per portare avanti uno stile di vita sano, anche a livello fisico. Per quanto riguarda il mio approccio alla sostenibilità, che fa sempre parte di uno stile di vita sano, posso dirmi attenta e consapevole: vorrei infatti acquistare un'auto elettrica, prossimo obiettivo a breve, e inoltre nella nostra azienda agricola abbiamo messo da diversi anni l'impianto fotovoltaico.

Anche sulla raccolta differenziata sono molto attenta. Cerco inoltre di realizzare diverse cose in casa, come i lievitati (pane e pizza) ad esempio.

Una vita sana senza rinunciare al gusto

Gusto e corretta alimentazione: si può fare?

Se si parte dalla qualità dei prodotti e delle materie prime, non c'è bisogno di "caricare" con altri sapori o cotture che vanno a stravolgere la salubrità di quel che mangiamo. Se si parte da prodotti di alta qualità, i piatti si realizzano da soli e di conseguenza il gusto rimane eccellente. A casa nostra siamo abituati ad una cucina semplice ma di qualità e autentica. Ovviamente, è importante bilanciare tutti gli alimenti con il giusto contributo di carboidrati, verdure e proteine per mantenere uno stile di vita sano e una corretta alimentazione.

Il coraggio di essere buoni

Quello che abbiamo davanti è un modo che ti mette alla prova, sempre in ogni momento. Io credo di essere dalla parte dei buoni, credo nell'inclusione, nell'apertura verso le persone e credo anche che una persona a posto con sé stessa non faccia fatica ad essere buona con gli altri, aperta al prossimo e sappia gioire alla felicità altrui. Questi sono valori che mi rappresentano e che voglio trasmettere a mio figlio. Essere buoni ripaga. Sempre.

Questo ragionamento vale anche per la tavola: oggi quello che vince è l'autenticità dei prodotti, il non inventarsi nulla. Un prodotto culinario che mi sta particolarmente a cuore è la zucca che cucino in ogni modo: cotta al forno, nei risotti, nei dolci. Vince la riscoperta dei sapori di una volta, penso a prodotti come il Prosciutto Cotto di Alta Qualità: è così, autentico, senza caricature, qualcosa di buono, semplice, quindi perfetto così com'è. Anche mio figlio ne va ghiotto e io sono sicura."

Scopri altre storie

Serena Carpi

Il benessere a tavola? Il giusto bilanciamento tra gusto e salute.

Greta Ziveri

I giovani e la voglia di tornare alla normalità.

Rocco Tridici

La sostenibilità ambientale? Riguarda tutto e tutti, nessuno escluso.

Il sito utilizza cookie tecnici, statistici e di marketing.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Puoi modificare le tue preferenze dalla nostra cookie policy.

MODIFICA ACCETTA